Le lampade a LED (acronimo inglese di Light Emitting Diode) sono un dispositivo optoelettronico che sfrutta le proprietà ottiche di alcuni materiali semiconduttori per produrre energia luminosa e che, a differenza degli apparecchi a tutt’oggi più utilizzati (lampade ad incandescenza, alogene o fluorescenti compatte, ovvero di tecnologia obsoleta), sono in grado di convertire la quasi totalità dell’energia elettrica assorbita in luce visibile anziché disperderla in calore.

I vantaggi della nuova tecnologia a LED sono innumerevoli. I più significativi sono sicuramente:

  •  l’accensione istantanea;
  • la durata media di funzionamento (una lampada LED supera le 50.000 ore effettive contro le 10 – 15.000 ore di una lampada a fluorescenza e le circa 2.000 ore di una lampada alogena);
  •  l’insensibilità al numero di accensioni e spegnimenti;
  • la possibilità di funzionamento anche in ambienti particolari poiché può operare a condizioni di umidità, temperatura e vibrazioni decisamente estreme;
  • la degradazione dell’emissione di luce è inferiore al 5% dopo più di 20.000 ore di funzionamento effettivo;
  • i costi di manutenzione e di sostituzione sono ridotti e fornisco “luce pulita” poiché priva delle componenti infrarosse e ultraviolette, dannose per l’organismo umano in caso di elevate esposizioni;
  • il funzionamento in sicurezza, in quanto le lampade operano a bassissima tensione (normalmente tra i 3 e i 24 V DC) e sono prive di sostanze tossiche come il mercurio, caratteristica che, unita alla minor frequenza di sostituzione, e quindi alla minor quantità di materiale da smaltire, rendo il LED una tecnologia decisamente eco-sostenibile ed utilizzabile per innumerevoli applicazioni.

In breve, la tecnologia ha raggiunto performance di livello tale per cui oggi, grazie ai corpi illuminanti a Led è possibile:

  • ottenere sostanziali risparmi energetici;
  • incrementare notevolmente la qualità della luce;
  • ridurre in maniera considerevole i costi di manutenzione;
  • ridurre l’impatto ambientale.

 

Nell’implementazione di progetti di efficienza energetica mediante sostituzione dei tradizionali corpi illuminanti con apparecchiatura a led (relamping), EVIVA dispone di una serie di servizi e proposte a disposizione dei propri Clienti.

Particolarmente vantaggiosa è la formula del Contratto a Prestazione Energetica (Energy Performance Contract), con il quale il costo dell’investimento iniziale viene sostenuto da EVIVA ed ammortizzato dal risparmio conseguibile. Il Cliente ha un risparmio immediato senza dover sostenere un investimento. Tale risparmio viene condiviso con il Cliente (Saving Sharing): una parte del risparmio viene corrisposto a EVIVA come canone per i servizio di progettazione, fornitura, installazione e manutenzione, per l’intera durata del Contratto; la parte rimanente resta a vantaggio del Cliente. Al termine del Contratto, l’impianto è totalmente del Cliente, senza pagamento di alcun canone, e con questo l’intero risparmio.

Un’altra formula proponibile è quella del Noleggio Operativo. La formula del noleggio operativo consente di finanziare l’acquisto del materiale del nuovo impianto di illuminazione, compresi installazione e smaltimento dei corpi illuminanti esistenti, sollevando il Cliente  dall'onere e dai costi della gestione dei cespiti. I principali vantaggi contabili, finanziari e fiscali correlati a questa formula sono i seguenti:

  • I beni locati possono essere modificati o ampliati in qualunque momento, anche prima della scadenza del contratto, con semplici adeguamenti contrattuali senza che ciò determini minusvalenze per il soggetto utilizzatore;
  • L'IVA viene anticipata dal soggetto utilizzatore esclusivamente sul valore dei singoli canoni e non su tutto il costo della fornitura;
  • La locazione operativa migliora lo stato patrimoniale riclassificato, perché sostituisce l’acquisto di un bene pluriennale con un contratto di godimento che per sua natura non “appesantisce” l’attivo immobilizzato, ma che al contrario è finanziabile anche con passività a breve termine;
  • I canoni di locazione sono pienamente deducibili anche ai fini IRAP a prescindere dalla durata contrattuale e senza distinzione fra capitale e interessi;
  • Assenza dei vincoli di ammortamento;
  • I canoni di locazione sono in genere superiori agli ammortamenti ammissibili nel singolo esercizio, il che porta a una riduzione del reddito imponibile.

 

 

Per maggiori informazioni scrivere a efficienza@evivaenergia.com